Econuotata Terza edizione

Vi invitiamo anche quest’anno alla terza edizione dell’ “Eco-nuotata del Lario”che si terrà   Sabato 11 gennaio  alle ore 11 a Mandello del Lario  (partenza e arrivo dal/al porticciolo in Piazza Garibaldi) per una distanza complessiva di 1500mt che verrà percorsa  in un’ora circa

L’evento, divenuto ormai classico appuntamento annuale, è organizzato dalle associazioni: ICE Swimming Association ITALY, I Laghée, Canottoeri San Cristoforo Milano, Rete Rifiuti Zero  Lombardia, Coordinamento Lecchese Rifiuti Zero, WWF,  Legambiente,  Greenpeace,  5R Zerosprechi, Let’s do it! Italy, Gruppo l’Ontano Montorfano.

  Gli atleti che effettueranno la nuotata sono membri della squadra nazionale Italiana di Nuoto in Acque Gelide.

L’ “eco-nuotata” si caratterizza come evento finalizzato a  richiamare l’attenzione sui grandi temi dell’ecologia e dell’inquinamento. In particolare  si vuole porre l’accento sulla dispersione delle micro-plastiche nei laghi (il Lago di Lecco risulta essere quello in Italia maggiormente interessato dalla presenza di micro-plastiche), sul riscaldamento globale (motivo per il quale i nuotatori affronteranno la eco-nuotata “a freddo”, ossia senza ausilio di muta) e sul contributo delle pratiche Rifiuti Zero alla riduzione dei gas serra. Alla partenza, prevista dai Giardini Pubblici di Piazza Garibaldi a Mandello, si terrà una conferenza stampa  tenuta da  Enzo Favoino che oltre ad essere il coordinatore scientifico di Zero Waste Europe è noto atleta della nazionale di nuoto in acque gelide.

 comunicato stampa: Eco-nuotata Lecco 2020-1

Immagini della seconda edizione 2018

Calusco

Domenica 22 settembre abbiamo accolto con entusiasmo all’invito fatto dai ragazzi FFF di Bergamo.

Ci siamo ritrovati a Calusco D’Adda dove ragazzi, bambini e adulti di ogni età, uniti, abbiamo “sfidato” la pioggia per dire basta agli inceneritori.

Da cinque anni insistiamo per cambiare l’idea malsana che l’incenerimento sia l’unica soluzione valida per una corretta gestione dei rifiuti.

La vera rivoluzione parte da ognuno di noi, dalle piccole scelte che facciamo quotidianamente.

“Ogni piccolo chicco di riso può far pendere la bilancia” ed anch’io voglio essere quel chicco di riso che può salvare il mondo.

 

 

 

 

Percorso per marcia

Partenza ore 10

CIVATE  1 Municipio, v Manzoni, Tozio, Baselone, Trebbia, Fiume, IV Novembre

VALMADRERA  IV Novembre, s. Rocco, Manzoni, piazza della chiesa, fatebene fratelli, 2 Municipio, Roma, rio Torto

MALGRATE  Stabbilini, Agudio, 3 Municipio, Parini, Italia (lungo lago), ponte Kennedy

LECCO   Adda, Sanzio, Canottieri, Costituzione, Cavour, piazza Diaz (4 Municipio) ARRIVO

Il percorso completo e di circa 8 chilometri, sul marciapiede, completabile in circa 2 ore.

Ricordo la libertà di completare l’intera camminata o solo in parte.

Ognuno è responsabile della propria sicurezza e di eventuali minori che accompagna.

Questa marcia rappresenta la volontà di difendere la nostra Terra e noi stessi in ogni aspetto: aria, terra, acqua. Siamo propositivi e positivi.

NON è una marcia di propaganda politica quindi è vietata ogni tipo di esibizione di simboli o slogan politici, di odio e discriminazione.

GRAZIE a tutti

CHI NON FA’ NULLA NON HA IL DIRITTO DI LAMENTARSI

CONFRONTO CANDIDATI SINDACI 2 MAGGIO 2019

Buonasera a tutti.

Come sapete il coordinamento Lecchese ha organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci dei Comuni limitrofi l’inceneritore (Valmadrera, Malgrate, Civate, Oggiono, Annone, Galbiate) che si è svolto ad Oggiono il 2 Maggio 2019.

Abbiamo posto sette domande ai candidati relativamente alla gestione dei rifiuti, al futuro dell’inceneritore ed alla sua dismissione, al teleriscaldamento ed alle future fonti di alimentazione dello stesso. A ciascuno candidato sono stati dati 7 minuti per formulare le risposte.

Domenica si voterà in questi 6 comuni per le elezioni amministrative. Gli iscritti alla nostra mailing list e quindi  interessati al problema possono, anzi devono, farsi una propria opinione guardando sul nostro sito (voce menù: CONFRONTO CANDIDATI SINDACI OGGIONO 2 MAGGIO 2019) gli interventi.

I filmati relativi ai candidati sono stati divisi per comune per semplificare la visione agli elettori (un paio di decine di minuti al massimo di video). Ciò in modo da non dover guardare il video di tutta la serata. Per alcuni comuni (Annone e Galbiate) non sono intervenuti tutti i candidati. Per Galbiate è possibile leggere le risposte scritte date da Giovanni Montanelli che non poteva esserci il 2 Maggio.

Sempre alla stessa pagina del sito (voce menù: CONFRONTO CANDIDATI SINDACI OGGIONO 2 MAGGIO 2019)  trovate la presentazione delle sette domande e le argomentazioni relative alle tesi sostenute dal Coordinamento.

Il Coordinamento aveva chiesto a tutti i candidati risposte chiare ed inequivocabili su cui i cittadini potessero formarsi opinioni atte a giudicarne l’operato oltre che le dichiarazioni.

Pertanto chiediamo agli elettori di orientarsi in tal senso in questa tornata elettorale.

Un ringraziamento agli amministratori uscenti che in questi anni hanno sostenuto le nostre tesi, amministratori tra i quali figura il Sindaco di Dolzago Paolo Lanfranchi intervenuto a Oggiono alla fine del confronto. Il filmato relativo è riportato sempre alla stessa pagina.

Grazie e buona visione

Il presidente del Coordinamento Barbara Nasatti

Confronto elettorale 2 maggio a Oggiono

170

L’associazione Coordinamento Lecchese Rifiuti Zeri organizza nella serata del 2 maggio 2019 un confronto tra i candidati sindaci dei comuni vicino al forno inceneritore.

I candidati sono chiamati a rispondere sul futuro dell’impianto di Valmadrera, sul progetto di teleriscaldamento, sull’economia circolare e tariffazione puntuale.

Può, sicuramente, essere per tutta la cittadinanza un’occasione privilegiata per formarsi un’opinione non superficiale anche in vista delle imminenti elezioni amministrative!.

Sette domande per i candidati

Ecco quindi i quesiti che saranno posti ai candidati durante la serata

1) Come intende agire nei prossimi anni relativamente alla gestione dei rifiuti ed in particolare come pensa a livello locale di attuare quanto previsto dalle direttive Europee relative alla economia circolare? (Pacchetto economia circolare 4 luglio 2018 per una forte riduzione del rifiuto prodotto, una crescente percentuale di prodotto riciclato e contestualmente una drastica riduzione della quota di rifiuti smaltiti in discarica ed incenerimento)

2) Intende introdurre ed entro quali tempi sistemi di raccolta e tariffe premianti come la tariffazione puntuale che oltre a favorire la crescita della raccolta differenziata risponde al principio di pagare il “giusto” e cioè all’effettivo utilizzo del servizio di smaltimento? (chi più produce rifiuti indifferenziati più paga)

3) Relativamente all’inceneritore di Valmadrera vi attiverete a livello di assemblea di coordinamento per promuovere in tempi rapidi il superamento dello stesso? (ricordiamo che già il DCR 209 del 3/12/2013 si proponeva un piano di decommissioning per gli inceneritori lombardi)

4) Proporrà una chiusura anticipata rispetto alla scadenza dell’AIA (2032)? In alternativa proporrà una limitazione all’utilizzo dell’inceneritore incenerendo solo rifiuti urbani locali e cioè le circa 50.000 tonnellate di rifiuto indifferenziato raccolto? (In questo modo si potrebbe cominciare ridurre significativamente l’emissione di inquinanti e di CO2)

5) Come saprà il Coordinamento Lecchese Rifiuti Zero ha finanziato e fatto realizzare da società (ST Cinisello) qualificata uno studio alternativo a quello prodotto per l’analisi epidemiologica delle ricadute degli inquinanti dell’inceneritore. I risultati ottenuti sono significativamente diversi. Pertanto si attiverà per chiedere ad ATS Monza che i dati sanitari già raccolti dei comuni di Galbiate, Lecco, Malgrate, Civate, Annone e Suello ed utilizzati per l’analisi epidemiologica fatta debbano essere anche valutati alla luce di questa nuova mappa? (a fronte di una spesa limitata si verrebbe incontro alle richieste di trasparenza e di rispetto del principio di precauzione)

6) Relativamente al progetto di Teleriscaldamento il cui appalto sembra prossimo: come valuta tale progetto? Laddove si parla in futuro di alimentazione da fonti rinnovabili si muoverà per chiedere preventivamente che il progetto preveda esclusivamente fonti di alimentazione che non richiedono la combustione?

7) Quali impegni ufficialmente prenderà a tutela dei cittadini?

Sono invitati a questa serata i candidati sindaci dei comuni di: Malgrate, Valmadrera, Civate, Annone, Galbiate, Oggiono e tutti i cittadini.

Ore 21 sala civica di Oggiono

 

Come una tela di ragno

tela-di-ragnoDa oltre quattro anni, questo è il nostro scopo, il nostro sogno.

Fare rete con tutti i cittadini,  con le amministrazioni lungimiranti e con una coscienza sviluppata, con altre realtà che puntano alla salvaguardia dell’ambiente e della salute.

In parte ci siamo riusciti ma il lavoro da fare è ancora molto lungo e faticoso.

Continuiamo a recuperare documenti, a studiarli e a divulgarli per tutti.

Nessuno ora può dire :” non lo sapevo”. Non ci sono più scusanti né giustificazioni per non agire, per delegare la nostra vita, il nostro futuro ad altri.

Cari Cittadini, mi sono sempre rivolta a Voi, perché sono convinta che uniti si possa fare tanto. Informatevi, venite a trovarci e fateci  domande.

La conoscenza rende LIBERI e se siete liberi potete SCEGLIERE.

GRAZIE

Barbara Nasatti